Alexis? la miccia della polveriera della precarietà

Alexis il giovane greco assassinato dalla polizia é una miccia, un detonatore che sta facendo esplodere una situazione sociale esasperata da bassi salari e precarietà.. è più o meno quanto sostiene Vassilis Vassilikos . Molti si chiederanno perché Carlo non ha fatto da detonatore? Era un epoca diversa non c’era la crisila gente credeva alle “magnifiche sorti progressive del mercato” e che il lavoro flessibile fosse bello…

Ma ad un tratto vedo cadere
un compagno alla mia destra
in ginocchio con un buco
ed il sangue sui calzoni

Mi volto e grido “Sparan davvero!”
e corro indietro di qualche passo
due compagni portano a spalle
il ferito nella gamba. (La Ballata della Bussola –Canzoniere del Proletariato)

Oggi , in Italia con crisi, licenziamenti, lotte studentesche come reagirebbe l’opposizione  politica davanti a uno studende medio assassinato? Insorgerebbe come in Grecia o si stringerebbero tutti a difendere le Istituzioni?

Restivo e Berlinguer, con le stesse parole
dicono:”Si é morto, gli s’é fermato il cuore.”
(….)
Restivo e Berlinguer, si sono accalorati
nel dir che gli estremisti vanno perseguitati.
Restivo e Berlinguer, vanno proprio d’accordo
le loro Istituzioni valgono bene un morto (Compagno Salterelli – Canzoniere del Proletariato)

In Italia esiste una tradizione di politica “responsabile” che difende sempre e comunque le istituzioni come faceva il PCI nei ’70

Negli anni ’70 la gente alle uccisioni da parte di polizia e fascisti reagiva ..ma oggi lo farebbero ? o sosterrebbero che se la sono cercata per poi  “votare ancora la sicurezza, la disciplina? dopo Genova nei bar l’abbiamo sentito questo ritornello ricordate : “fosse per me mi metterei con una mitragliatrice e sparerei a tutti” a parte  che molti di questi Bava Beccaris da bar sport non sanno da che parte si guarda un mitragliatore ma dimenticano una cosa…una cosa semplice  : come cantava Vasco adesso si spara su di noi ma domani?

SE siete “Ipocriti Abili”….non siete mai colpevoli
SE non state mai coi deboli, e avete buoni stomaci….
SORRIDETE! ……..gli spari sopra….SONO PER NOI !
SORRIDETE!………gli spari sopra….SONO PER NOI !
(ed) E’ sempre stato facile fare delle Ingiustizie !
Prendere, Manipolare, Fare credere!……..ma adesso
State più attenti!
Perché ogni cosa è scritta!
E se si girano gli eserciti e spariscono gli Eroi
Se la guerra (poi adesso) cominciamo a farla noi
NON SORRIDETE……..GLI SPARI SOPRA…….SONO PER VOI ! (Spari Sopra —Vasco Rossi)


6 Risposte to “Alexis? la miccia della polveriera della precarietà”

  1. Cypherinfo Says:

    Se penso alla massa in ombra e silenziosa degli over 40… sono la fascia più numerosa di chi cerca lavoro ma anche quella che è più probabile non lo trovi. Se il loro sbocco, è un posto… in cronaca si prenderanno il merito di aver motivato la creazione di nuovi posti per le forze dell’ordine.

    Cypherinfo
    Webmaster di kilombo

  2. vedi luca, si cercan analogie con la grecia non ma non ce ne stà mezza, purtroppo. il poliziotto è stato subito dimesso, qui no. il premier ha telefonato subito per dare il cordoglio ai famigliari, qui no. il ministro dell’interno ha dato le dimissioni (anche se respinte), qui no. il partito comunista si è schierato affianco degli studenti rischiando, qui no.
    come vedi, è triste, ma l’unica analogia con l’italia rimane solo il ragazzo morto.

  3. Cypherinfo Says:

    E’ utile ricordare Voltaire quando affermava che: “quasi sempre è il lavoro il padre del piacere”.

    Cypherinfo
    webmaster di kilombo.

  4. un abbraccio luca.
    mi raccomando…

  5. Di fronte ad un evento così intollerabile come quello dell’uccisione di un ragazzo di 15 anni, così, a freddo, da parte della polizia, la dignità dei giovani greci è uscita fuori…Rispetto a noi che ci barcameniamo in questo limbo di precarietà e di passività, mi pare che i giovani greci, la generazione dei 700 euro, si sono detti che non hanno niente da perdere. Ed è già un bel passo in avanti.

  6. @dhamma l’Italia oggi è anche troppo passiva

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: