L’ombra della scissione

Per oggi sospendo le cronache su Gaza e parlo della scissione in corso nel mio partito, innanzitutto spero che non tutta RPS esca, anzi spero che escano sono in piccola parte, ma vorrei parlare della deriva illiberale ,autoritaria e stalinista che starebbe avendo il PRC…

Nel 2003 venne allontanato da Liberazione Fulvio Grimaldi, perchè i suoi articoli non erano in linea con il partito e la svolta non violenta, sebbene non condivida il pensiero di Grimaldi dov’erano i difensori della “libertà di dissenso” quando Curzi allontanava Grimaldi? e dov’era la libertà di dissenso quando cacciarono Turigliatto? e quando esclusero dalle liste Ferrando ? ha ragione Ramòn ha ragione a indignarsi/incazzarsi per questo…

E mi incazzo anch’io, la stagione dei movimenti verrà buttata a mare? non credo basta vedere le tessere dei GC alternative a quella con il muro di Berlino una è dedicata all’anniversario di Seattle’99

Le accuse di autoritarismo? fin’ora l’unica espulsione dal PRC è stata fatta durante la Segreteria Giordano..

Mah io sono stanco …vogliono farsi il partitino socialdemocratico liberi di farlo.. ma compagni, fratelli, amici ripensateci: è una cazzata! Non si può unire la sinistra con le costituenti, con il liderismo..e men che meno con le scissioni..andiamo in piazza, costruiamo conflitto vediamo chi ci sta…

4 Risposte to “L’ombra della scissione”

  1. shevathas Says:

    la profezia di nenni è sempre attuale.

  2. in questo caso vedo poco della frase di Nenni,anzi non scomoderei un gigante della politica per beghe e ripicche da comari…
    In qualunque partito (sia esso conservatore, liberale, socialdemocratico o marxista) un direttore di un organo di partito che porta avanti una campagna contro il partito, per il suo scioglimento viene silurato… non credo che all’unità terrebbero un direttore che invita a non votare PD o schede lo scioglimento del PD lo stesso credo farebbe il Secolo D’Italia (per il PdL). o Aprile se dicesse che la costituente della sinistra è una cagata pazzesca …
    quindi non c’è stata nessuna epurazione è stato allontanato un direttore che ha dimezzato le vendite del giornale, creato 3,5 mln di debiti e rema contro il partito che lo finanzia nessun redattore è stato licenziato, nessun compagno è stato espulso…nessuna epurazione…

  3. giulianov89 Says:

    magari prc diventasse un partito stalinista! finalmente diventerebbe un partito serio, non un’accozzaglia di freakkettoni che fumano canne e vanno in manifestazione solo per sbronzarsi e fumare cannoni, l’obiettivo di ogni buon comunista deve essere la costituzione della dittatura del proletariato, non legalizzare la maria (vedasi manifesti come “giusto o sbagliato non dev’essere reato”) oppure i diritti dei gay, causa nobile, ma che non dev’essere la priorità com’è stata insieme all altra, alle ultime elezioni ha preso il 2% perchè si è allontanata dal compito storico di un partito comunista, invece di pensare ai lavoratori si pensava a gay e drogati, altro fattore, è la difesa pubblica degli immigrati, giustissima, ma con l’aria che gira in italia, difenderli pubblicamente non è il massimo per prendere voti, i dirigenti di prc dovrebbero leggersi sun tzu, oltre a marx e lenin, poichè dubito che abbiano letto mai uno di questi autori….
    bisogna far sentire la presenza sul territorio. i leghisti fanno le ronde padane? bene, noi la volante rossa, con cui diamo la caccia ai leghisti e si interviene in caso di bisogno, certamente dei comunisti lo farebbero molto meglio di frocetti leghisti, che se vedono un delinquente scappano a gambe levate.
    per quanto riguarda stalin, egli trasformò un paese agricolo in una superpotenza, sconfisse i nazisti, rimanendo a mosca con le armate tedesche a pochi km, i gulag poi erano semplici carceri, ove anzichè alienare il detenuto, lo si cercava di rieducare con il lavoro e propaganda politica, sotto controllo medico, ad esempio i più deboli, non compivano lavori fisici, e quando si scoprirono comandanti di gulag che perpetrarono abusi sui prigionieri, essi vennero puniti da stalin stesso, inoltre i revisionisti borghesi (krushov in poi) inventarono di sana pianta gli eccidi staliniani, e pomparono a dismisura i numeri dei morti nei gulag, sai, dopo la seconda guerra mondiale,se non vi era cibo nemmeno per i cittadini liberi, ovviamente nelle carceri questo problema era amplificato.
    tutto ciò, al fine di restaurare lentamente il capitalismo, e per farlo, dovevano distruggere quello che era un mito per milioni di persone in urss e nel mondo, di modo da non far apparire la loro piccolezza difronte al gigante stalin.
    scusa se ho scritto di merda compagno, ma ho scritto di fretta, se vuoi discutere, ti invito a partecipare a questo forum:http://scintillarossa.forumcommunity.net/
    ove sono presenti tanti altri compagni, con cui potrai confrontare le tue idee

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: